Ti trovi in Home page>Avviso per la presentazione di manifestazione di interesse per co-progettazione culturale con le Biblioteche 2019-2020

Avviso per la presentazione di manifestazione di interesse per co-progettazione culturale con le Biblioteche 2019-2020

Stampa la notiziaCondividi su facebook
books-2241635_960_720 (1)

Comune di Parma

Settore Cultura – Sistema Bibliotecario

 

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA CO-PROGETTAZIONE DI INIZIATIVE CON LE BIBLIOTECHE DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL COMUNE DI PARMA  2019 –  2020

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, Sistema Bibliotecario, in continuità con le positive esperienze realizzate negli scorsi anni, intende proseguire a offrire iniziative di promozione della lettura e per l’educazione permanente in collaborazione con soggetti appartenenti al mondo dell’associazionismo e del volontariato, valorizzando il principio di sussidiarietà e in applicazione del vigente Regolamento Comunale per la Concessione di Contributi, Vantaggi Economici e Patrocini”, approvato con Del. CC 80 del 24.9.2013.

Valutando assai positivamente la passata esperienza, si intende confermare la modalità progettuale della coprogettazione tra biblioteche e soggetti partner.

Con il presente avviso si propongono alcuni temi che costituiscono la base per una prima proposta di attività; le proposte ammesse alla coprogettazione dovranno poi essere elaborate insieme con le biblioteche di destinazione e assumere la forma di progetto vero e proprio.

Le proposte saranno prese in esame da un’apposita Commissione che valuterà quali ammettere alla successiva fase della coprogettazione.

 

1.Le proposte

I soggetti interessati potranno presentare una scheda di progetto da realizzarsi a seguito di un percorso di coprogettazione con una delle biblioteche del Comune di Parma, limitatamente seguenti temi:

 

  • per la Biblioteca Civica dell’Ospedale Vecchio: valorizzazione delle raccolte librarie della biblioteca e delle raccolte audiovisive del Centro Cinema Lino Ventura;
  • per la Biblioteca di Alice: temi legati all’educazione artistica rivolta all’infanzia, in forme ludiche ed esperienziali;
  • per la Biblioteca Pavese: temi legati alla divulgazione scientifica rivolta ai ragazzi e all’arte;
  • per la Biblioteca del S.Paolo: intercultura rivolta a adulti e ragazzi, valorizzazione collezione di poesia;
  • per tutte le biblioteche: particolare attenzione all’offerta di proposte da realizzarsi nel corso delle festività di fine anno, all’interno della rassegna “Racconti di Natale”;

I temi sono proposti in rapporto alle specifiche mission delle biblioteche e della promozione del patrimonio librario di cui esse dispongono.

Le attività potranno avere la forma del singolo intervento oppure articolarsi in più in occasioni (laboratori, ciclo di incontri, seminario, laboratorio didattico e simili).

Si ribadisce che parte fondamentale di elaborazione sarà la fase di accordo e condivisione con le biblioteche ospitanti, che dovrà essere svolta successivamente all’accoglimento della proposta progettuale.

L’Associazione proponente dovrà indicare il tema prescelto, la linea di lavoro su quel tema, le risorse (umane, economiche, competenze) che può mettere a disposizione e la Biblioteca con la quale intende co-progettare e realizzare il progetto.

 

2. Chi può manifestare interesse?

 Le proposte di progetto potranno essere presentate da

- forme associative senza scopo di lucro

- organizzazioni senza scopo di lucro, non uninominali, riconosciute giuridicamente con apposito atto della pubblica amministrazione purché non in contrasto con il Regolamento Comunale per la Concessione di Contributi, Vantaggi Economici e Patrocini”, approvato con Del. CC 80 del 24.9.2013.

Ogni proponente potrà presentare un solo progetto.

La presentazione di più di un progetto da parte dello stesso soggetto comporterà l’esclusione dalla selezione di tutti i progetti da esso presentati.

 

3. Documentazione richiesta

I soggetti interessati a presentare proposte dovranno compilare la richiesta di partecipazione e l’apposita modulistica allegata al presente Avviso, e allegare una sintetica manifestazione di interesse che indichi con chiarezza:

  • Scelta del tema e della biblioteca di esecuzione
  • Declinazione del tema in una proposta che possa diventare oggetto di coprogettazione
  • Le competenze e le risorse che è in grado di rendere disponibili
  • Una sintetica presentazione del soggetto richiedente nel suo complesso e delle attività svolte negli ultimi 3 anni
  • La propria capacità di promozione e di diffusione dell’iniziativa

Dovrà essere allegata copia dell’Atto Costitutivo e dello Statuto del proponente, se non già in possesso del Comune di Parma.

Si ricorda che non possono beneficiare di contributi, vantaggi economici e patrocini i soggetti che costituiscono articolazione di partiti politici e di organizzazioni sindacali, nonché i soggetti il cui rappresentante legale svolga funzioni di dirigente o di posizione organizzativa presso il Comune di Parma, o le ha svolte negli ultimi tre anni.

Fotocopia del documento d’identità del firmatario della richiesta, in corso di validità;

Scheda delle dichiarazioni (all. n° 1) ai sensi del D.P.R. 445/2000;

Scheda contenente informazioni in merito alla regolarità contributiva e necessaria per l’eventuale richiesta del D.U.R.C. (all. n° 2);

Scheda contenente la proposta e le competenze del soggetto richiedente (all. n°3).

La partecipazione al presente avviso pubblico comporta implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni contenute nello stesso.

 

4. Valutazione delle domande presentate

Le manifestazioni di interesse pervenute entro i termini previsti, saranno esaminate preventivamente sotto il profilo amministrativo da una commissione di valutazione, composta da tecnici esperti in ambito culturale del Comune di Parma al fine di verificarne l’ammissibilità rispetto ai requisiti richiesti.

Non saranno accolte quelle che incorrano in uno o più dei seguenti motivi di esclusione:

  • Incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza della proposta, per mancanza di sottoscrizione o di altri elementi essenziali
  • Aver avanzato una proposta che esuli totalmente dai temi proposti
  • Mancanza di collegamento con il mondo delle biblioteche parmensi; tale mancanza è implicitamente il rifiuto della prassi della coprogettazione
  • Non aver allegato fotocopia di un valido documento di riconoscimento del Legale Rappresentante dell’ente/associazione proponente
  • Presentazione della domanda oltre la scadenza indicata.

Le manifestazioni di interesse saranno quindi valutate in termini di idoneità e coerenza con lo spirito del presente avviso. Per questa ragione la valutazione di non idoneità non inficia il valore della proposta, ma solo la non rispondenza alle finalità e al metodo qui proposto.

È facoltà del Comune, ai sensi della Legge 241/1990, richiedere eventuale documentazione integrativa e di dettaglio.

È altresì facoltà del Comune di Parma, a suo insindacabile giudizio e senza che gli interessati possano sollevare eccezioni e/o pretendere indennità, decidere di non procedere a promuovere e sostenere la realizzazione di alcuna iniziativa se ritiene che non vi siano garanzie dell’efficacia della stessa.

Tra le proposte formalmente idonee, saranno identificate quelle ritenute più innovative e capaci di coinvolgere il maggior numero di utenti.

 

5. Percorso di coprogettazione

I soggetti le cui proposte saranno valutate di maggior interesse saranno convocati entro il 31 ottobre dalla Biblioteca di riferimento per l’avvio del percorso di coprogettazione, che dovrà concludersi entro il febbraio 2019.

La fase più propriamente progettuale dovrà essere concordata con la Biblioteca di esecuzione, anche con adattamento della proposta di partenza.

Sarà rilevante, in questa fase, la definizione di un piano dei tempi, al fine di poter valutare il periodo di realizzazione.

In esito alla fase di coprogettazione, il soggetto interessato dovrà presentare un progetto dettagliato e operativo, validato dalla Biblioteca di esecuzione.

 

6. Modalità di finanziamento

Le iniziative che saranno coprogettate saranno sostenute dal Comune di Parma con la concessione di contributi e/o di vantaggi economici (tariffe agevolate per l'utilizzo di spazi, strutture, attrezzature, risorse logistiche e servizi accessori, ove disponibili, ecc.).

La somma complessiva destinata alle attività previste nel presente bando è di € 10.000,00, con riparto sugli Esercizi finanziari 2019 e 2020.

Il contributo assegnato, che comunque verrà rapportato alla qualità e congruità del progetto come risultante a seguito della fase di coprogettazione, non potrà essere superiore alla differenza tra le spese e le entrate desunte dal piano finanziario e non potrà essere superiore al 50% dell’ammontare delle spese suddette. Tale percentuale può essere derogata fino al 100% della somma per cifre non superiori a € 1.000,00 (costo complessivo dell’iniziativa).

Il contributo richiesto non potrà di norma superare i 2.000,00 €.

Nel caso di concessione sia di contributo che di vantaggi economici come sopra indicati, i limiti predetti sono determinati con riguardo al valore complessivo dei benefici riconosciuti.

Sono ammissibili e finanziabili solo le spese sostenute che risultino direttamente legate alla realizzazione del progetto.

Non sono ammesse rendicontazioni tramite scontrini fiscali se non accompagnate da ricevuta, anche non fiscale, intestata al soggetto che presenta la richiesta di contributo.

Non saranno ammissibili spese legate all’ordinaria amministrazione, all’acquisto di beni strumentali durevoli e tutte quelle non specificatamente riconducibili al progetto presentato.

L’IVA è ritenuta spesa ammissibile solo qualora non sia recuperabile dal soggetto proponente.

I volontari non possono essere retribuiti per l’attività svolta. E’ possibile rendicontare dei rimborsi

spese a favore di volontari o membri dell’associazione a fronte di spese effettivamente sostenute

(biglietti treno, rimborsi chilometrici, pasti, ecc.) e riferiti al progetto finanziato.

Sono ammesse ricevute di pasti e biglietti del treno solo se strettamente connesse in termini di data e ora alla realizzazione del progetto e allegate al modulo di rimborso spese.

Non sono ammesse autocertificazioni a eccezione dei rimborsi chilometrici (secondo tariffe ACI).

Tutte le fatture devono essere intestate al destinatario del contributo.

Successivamente alla dichiarazione di idoneità della manifestazione di interesse, la fase più propriamente progettuale dovrà essere concordata con la Biblioteca di esecuzione, anche con adattamento della proposta di partenza.

Il Comune di Parma si riserva di effettuare controlli sia sulla documentazione presentata a corredo della domanda ai sensi del DPR 445/2000, sia sullo stato e le modalità di attuazione delle attività per le quali il contributo è stato concesso.

Il contributo/vantaggio economico previsto potrà essere revocato nei seguenti casi:

  • · Riscontro di irregolarità, falsità e/o dichiarazione mendaci nella documentazione presentata a corredo della proposta;
  • · Mancata realizzazione in tempo utile, ove non sia stata richiesta e concordata con il Comune di Parma una data per il recupero dell’evento, o sostanziale e non concordata modifica, rispetto a tempo, luogo o programma, dell’iniziativa per la quale è stato accordato il contributo/vantaggio economico;
  • · Espressa rinuncia da parte del soggetto proponente il progetto al contributo/vantaggio economico accordato;
  • · Mancato invio della documentazione di rendicontazione consuntiva entro i termini previsti dal vigente Regolamento Comunale per la Concessione di Contributi, Vantaggi Economici e Patrocini”, approvato con del. CC 80 del 24.9.2013;

I soggetti proponenti, se richiesto dalla normativa, dovranno dotarsi autonomamente, a propria cura e spese, di tutte le autorizzazioni amministrative e/o licenze necessarie alla realizzazione della proposta progettuale presentata, anche in merito allo sfruttamento del diritto d’autore, rispondendo direttamente agli organi competenti in materia di autorizzazioni/licenze, sanità, sicurezza, inquinamento acustico, SIAE, ENPALS, ecc.;

Nel caso di contributi già parzialmente o totalmente erogati, qualora si verifichi una delle cause di decadenza sopra esposte, si procederà al recupero delle somme liquidate secondo le disposizioni di Legge.

Inoltre, nel caso in cui una delle prestazioni indicate in preventivo non sia adempiuta secondo quanto previsto e/o si ravvisi una violazione del Regolamento per l'applicazione del Canone per l'occupazione di Spazi e Aree Pubbliche (Cosap), del Regolamento per l'applicazione della imposta sulla Pubblicità e del Diritto sulle Pubbliche Affissioni, o altre norme regolamentari del Comune di Parma, il contributo concesso sarà ridotto dell’importo relativo.

 

7. Responsabilità e assicurazioni

I soggetti beneficiari svolgeranno sotto la propria ed esclusiva responsabilità le attività nel rispetto del progetto presentato e di quanto concordato con il Comune di Parma, assumendone tutte le conseguenze. Tale responsabilità opera sia nei confronti dei propri addetti, che nei confronti del Comune di Parma e dei terzi.

I beneficiari, pertanto, devono predisporre e attuare tutte le misure per assicurare la sicurezza delle persone e delle cose comunque interessate dalle attività svolte e sono responsabili penalmente e civilmente dei danni di qualsiasi genere che possono derivare alle persone e alle cose durante lo svolgimento delle attività.

 

8. Termini e modalità di presentazione dei progetti

I progetti dovranno essere presentati in busta/confezione chiusa e non trasparente su cui dovrà essere riportato il nominativo del mittente, il suo indirizzo, numero di telefono e indirizzo mail.

Sulla busta dovrà essere ben visibile la dicitura

COMUNE DI PARMA - SETTORE CULTURA – SISTEMA BIBLIOTECARIO

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA CO-PROGETTAZIONE DI INIZIATIVE CON LE BIBLIOTECHE DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DEL COMUNE DI PARMA    2019 –  2020

Le buste dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 10.00 del 5 settembre 2019, in uno dei seguenti modi:

- consegnate a mano al Protocollo del Comune di Parma – l.go Torello de Strada 11/a, 43121

Parma (farà fede la data del timbro di ricevimento dell’ufficio protocollo del Comune di Parma);

- spedite con raccomandata a/r al Protocollo del Comune di Parma – l.go Torello de Strada 11/a, 43121 Parma (farà fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante);

- tramite PEC a comunediparma@postemailcertificata.it

 

9. Termini e modalità di liquidazione del contributo

La liquidazione dei contributi assegnati per la realizzazione delle proposte progettuali verrà eseguita entro 30 giorni dal ricevimento, da parte del soggetto beneficiario, dell’istanza di contributo, corredato dalla seguente documentazione:

- relazione illustrativa accompagnata da documentazione (foto, articoli di giornale, locandine, ecc.) a dimostrazione della realizzazione dell’attività svolta;

- rendiconto economico a consuntivo dell’attività svolta riportante le spese documentabili, sostenute esclusivamente per la realizzazione dell’attività per la quale è concesso il contributo, corredato da copia dei documenti giustificativi di spesa per tutte le voci previste nel preventivo economico già allegato in sede di presentazione delle domande, e da autodichiarazione del legale rappresentante dell’associazione organizzatrice ai sensi dell’art. 47 D.P.R. 445/2000 per le spese generali (per una cifra non superiore al 20% del costo globale, documentabile, dell’iniziativa);

Nell’ipotesi in cui, nella rendicontazione a consuntivo, l’ammontare delle spese effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto ammesso a finanziamento risultasse inferiore alla spesa prevista al momento della presentazione della domanda, l’amministrazione si riserva di ridurre proporzionalmente la quota di contributo da erogare fino al raggiungimento della percentuale di co-finaziamento prevista.

Detta riduzione proporzionale sarà parimenti applicata nel caso in cui il soggetto beneficiario del contributo non sia in grado di documentare con atti fiscalmente validi tutta la spesa ammessa a contributo.

 

10. Trattamento dei dati personali

Il Comune di Parma informa, ai sensi del Regolamento Europeo n. 679/2016, che:

a. il trattamento dei dati conferiti sono finalizzati alla concessione di contributi;

b. il trattamento sarà effettuato con modalità informatizzate e/o manuali;

c. il conferimento dei dati è obbligatorio per il corretto sviluppo dell’istruttoria e degli altri adempimenti procedimentali;

d. il mancato conferimento di alcuni o di tutti i dati richiesti comporta l’annullamento del procedimento per impossibilità a realizzare l’istruttoria necessaria;

e. i dati conferiti saranno comunicati per adempimenti procedimentali ad altri Settori dell’Amministrazione Comunale e, qualora necessario, ad altri soggetti pubblici;

f. il dichiarante può esercitare i diritti di modifica, aggiornamento, cancellazione dei dati, ecc. avendo come riferimento il responsabile del trattamento degli stessi per il Comune, individuato nel Direttore del Settore Cultura;

g. il titolare del trattamento è il Comune di Parma, con sede in Strada Repubblica, 1 – 43121 Parma e, per esso, il Dirigente del Settore, dott.ssa Flora Raffa.

 

11. Comunicazione ai sensi degli artt. 7 e 8 della legge 241/1990 e s.m.i.

La comunicazione del procedimento, ai sensi dell’art. 7 della L. 241/1990, s’intende anticipata e sostituita dal presente avviso pubblico e dall’atto di adesione allo stesso da parte dell’associazione, attraverso la domanda di partecipazione all’avviso.

Il Responsabile del procedimento è la dott.ssa Flora Raffa, Dirigente del Settore Cultura, Giovani e Sviluppo Strategico del territorio – Sistema Bibliotecario.

 

11. Informazioni

 Il presente Avviso Pubblico e la relativa modulistica sono disponibili:

- sul sito internet del Comune di Parma www.comune.parma.it;

- sul sito internet del Sistema Bibliotecario www.biblioteche.comune.parma.it

-presso il servizio di front-office della Videoteca Comunale Centro Cinema Lino Ventura, sito in Parma, via D’Azeglio 45/d.

 

Per informazioni sul presente avviso pubblico, sarà possibile telefonare all’ufficio amministrativo del Sistema Bibliotecario, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, dal lunedì al venerdì, ai numeri 0521-031.007 e 0521-031.027.

 

 

 

 

 

info:

dalle ore 09.00 alle ore 13.00, dal lunedì al venerdì, ai numeri 0521-031.007 e 0521-031.027.

allegati:

Calendario degli eventi

Biblioteche del Comune di Parma - V.lo Santa Maria 5, 43125 Parma (PR)